In Ucraina il gioco d’azzardo torna legale, ed alla grande

Complice la brutta crisi finanziaria causata dalla pandemia di Covid-19 l’Ucraina è ritornata sui suoi passi riaprendo le attività di gioco d’azzardo nel Paese facendole gestire allo Stato, una mossa che presto darà i suoi risultati.

Dieci anni di ban, poi il Covid-19

Era l’ormai lontano 2010 quanto l’Ucraina aveva deciso di considerare illegali le attività di gioco d’azzardo (sia digitale che fisico) all’interno del Paese, una decisione che aveva preso tempo per farsi assimilare ma che poi non era più stata discussa per un decennio, ma ora, in seguito alla pandemia di Covid-19, le cose sono cambiate molto rapidamente.

Già a Gennaio 2020 infatti il Governo Ucraino aveva dato una sua prima autorizzazione a quest’apertura, ma, in seguito agli sviluppi degli ultimi mesi, il 14 Luglio la Verkhovna Rada, camera parlamentare del Paese, ha definitivamente ratificato la riapertura “delle danze” riportando il gioco sotto il controllo del Governo come da noi nel caso dei portali certificati AAMS/ADM come per esempio Snai Casino.

Perché questo cambiamento? Era già da tempo che si discuteva su di un’eventuale legalizzazione del gioco, ma si può dire che la pandema ha involontariamente dato un’acellerata importante su questo fronte: il Governo Ucraino stima infatti che solo nei prossimi mesi, fino alla fine del 2020, dal gioco potranno entrare nelle casse dello stato circa € 178 milioni, un’enormità di soldi che in questo momento risultano a dire poco fondamentali per la gestione di un Paese che, come tutti, sta vivendo un momento di incertezze e crisi.

Ed ora l’Ukrainian Gaming Week 2020

La misura è stata approvata con forte maggioranza (248 deputati favorevoli, 95 contrari, 17 astenuti e 27 non votanti) ed entrerà in vigore molto molto presto, manca infatti solo la firma ufficiale del Presidente dell’Ucraina e poi verranno rilasciate le concessioni per la gestione statale.

Questo cambiamento ha immediatamente investito di aria nuova la già programmata Ukrainian Gaming Week 2020, l’expo del gioco d’azzardo che si terrà a Kiev il 6 ed il 7 ottobre, che sarà la prima edizione in assoluto a tenersi nel Paese dopo la legalizzazione delle attività di gioco.

Per l’evento sono attese ben 100 aziende dell’industria ed è stimato l’intervento di non meno di 2000 persone coinvolte nel settore, tutto questo popoland un’area di 6000 mq nella quale siamo sicuri che, dopo questa grande novità politica/gestionale, si respirerà aria di grandissimo fermento.

Le Nostre Conclusioni

Chiaramente dal nostro punto di vista questa è una notizia doppiamente importante e significativa: da una parte perché al giorno d’oggi troviamo fondamentale che ci sia un’apertura in generale verso il gioco digitale, ma soprattutto perché in questo momento di crisi generale diventa importantissimo radunare tutte le risorse possibili per far fronte alle esigenze economico/sociali.

In quanto all’evento possiamo dire che l’UGW 2020 sarà molto interessante: questa esposizione ha sempre avuto risvolti significativi, ma è oggettivamente diverso saperla avere luogo in un Paese che vede nel gioco digitale, e nel gioco d’azzardo in genere, una risorsa e non un problema da “combattere”

Massimo Tagliaferri
 

Massimo Tagliaferri è nato nel 1986 a Bologna ed ormai da anni vive a Milano, dove si è laureato in ingegneria informatica e lavora come programmatore. E' socio fondatore di MiglioriCasinoOnline.info, per il quale è anche responsabile di tutte le analisi tecniche, della realizzazione informatica del sito ed autore.