Immaginiamo che tutti sappiano come siano andate a finire le elezioni presidenziali negli Stati Uniti e che, nonostante le polemiche, il tempo di Donald Trump come inquilino della Casa Bianca stia volgendo al termine, però forse non tutti sanno che chi ne ha sofferto la presenza in questi quattro anni ora avrà la possibilità di vincere un premio molto particolare: far saltare in aria un suo casinò.

Vuoi far saltare in aria il Trump Plaza di Atlantic City? Si aprono le offerte

Eh sì questo 2021 ha portato in tutto il mondo parecchie novità niente affatto semplici da gestire, così come nello specifico non è stato facile per Donald Trump gestire la propria sconfitta elettorale che ormai attende solo il passaggio di consegne ufficiale con Joe Biden per compiersi definitivamente: il momento arriverà a fine gennaio e per Trump sarà piuttosto pirotecnico perché, non senza ironie, sarà anche il giorno in cui verrà abbattuto il Trump Plaza di Atlantic City, un casinò che in passato è stato proprio di The Donald.

Insomma questa che doveva essere una storia fondamentalmente di interesse immobiliare visto che il casinò aveva chiuso battenti nel 2014 dopo ben trent’anni di attività, si sta in realtà trasformando anche in una storia di rivalsa, beneficenza e posta in gioco grazie ad un’iniziativa patrocinata direttamente da Marty Small, il sindaco di Atlantic City.

In verità almeno per la città la questione non sembra essere legata ad idee politiche diverse da quelle di Trump, che viene in realtà “accusato” di aver fatto cadere in disgrazia il casinò dopo averne tratto grande profitto vendendolo ad un amico che non ne ha mai avuto a cuore il destino. Il risultato? E’ stata indetta un’asta dalla quale il sindaco conta di raccogliere non meno di un milione di dollari da devolvere poi in beneficenza al al Boys & Girls Club di Atlantic City.

Curiosi di sapere il premio in palio per chi si aggiudicherà quest’asta? Niente di meno che la possibilità di premere il “famoso” bottone rosso, ovvero quello che farà detonare le cariche esplosive che raderanno al suolo il vecchio edificio di pregio che ospitava roulette e tavoli verdi un tempo voluto proprio dall’ormai ex presidente Trump.

Beneficenza? Sì ma non solo, almeno non per tutti

In un’intervista alla NBC di Philadelphia il sindaco Small ha dichiarato che “alcuni dei momenti più iconici di Atlantic City sono avvenuti lì (nel Trump Plaza, ndr), ma nel momento di chiuderlo Donald Trump ci ha voluto predere in giro dicendo di averci fatto un sacco di soldi e poi di essersene tirato fuori”, il che chiaramente aggiunge una sfumatura in più a quello che sembra essere il vero senso di questa iniziativa.

Il senso principale di questa scelta è sicuramente la beneficenza che si potrà fare monetizzando l’ultimo sacrificio del Trump Plaza, ma dopo queste parole del sindaco è difficile non immaginare che dietro ci sia anche una sorta di “bisogno di rivalsa” da parte della città. E non solo da parte della città vista la concomitanza tra questo evento e l’ingresso di Biden alla Casa Bianca: vincere quest’asta per alcuni sarà un modo simbolico per occuparsi personalmente di far “saltare” Trump anche dal suo ruolo di presidente.

Considerando che probabilmente nessun conservatore americano prenderebbe mai parte ad un’iniziativa del genere, l’asta è stata aperta a tutti: chiunque da qualsiasi parte del mondo ha la possibilità di fare la propria puntata ed in caso di vittoria il famoso bottone rosso verrà premuto da remoto ovunque si trovi il vincitore.

In pratica il Trump Plaza di Atlantic City non solo ha i giorni contati, ma diventerà letteralmente una corsa al maggior offerente decidere chi ne sarà il boia.

Le Nostre Conclusioni

Cosa ne pensiamo? Pensiamo che se proprio l’edificio deve venire abbattuto non sia sbagliato provare a ricavarne un profitto da utilizzare per il finanziamento di un’associazione che si prende cura dei giovani della città, nonostante farlo abbia anche una connotazione “personale” e politica contro Trump che chiaramente è ben lontana dal mettere d’accordo tutti quanti.

Fare politica non è il nostro mestiere e non parteciperemo a quest’asta anche solo perché siamo ben lontani dal budget che permetterà di aggiudicarsi il bottone rosso, però se un casinò in declino può aiutare dei giovani in rampa di lancio allora speriamo che l’iniziativa abbia successo e che permetta di alzare letteralmente “un botto”.

StarCasino StarCasino
Bonus Fino a 500€ + 100 Giri gratis
Wagering 35x