C’è una nuova tassa sulle Scommesse Sportive

Lo sapete che il Governo Italiano, per mano del Parlamento, ha varato una nuova tassa temporanea del 0,5% su scommesse sportive, virtuali e non?

Cosa significa una tassa temporanea e quando arriverà

Si tratta di una novità pubblicata sulla Gazzettino Ufficiale a fine Maggio e pronta ad entrare in vigore non appena convalidata in Senato: questa nuova imposta in realtà fa parte del più ampio pacchetto di interventi nominato “Decreto Rilancio”, voluto dal Premier Giuseppe Conte, per fare fronte all’emergenza Covid-19 che tutti ben conosciamo per il grave impatto che ha avuto sul nostro Paese.

Questa nuova tassa andrà appunto a fare la sua parte all’interno del decreto con l’obiettivo di contribuire a rivitalizzare finanziariamente il mondo dello sport, fortemente coinvolto della crisi generata dalla recente pandemia e molto colpito sul piano economico, soprattutto in riferimento a sport minori e a serie professionali inferiori.

Come è stata accolta la notizia dall’industria del Gambling?

L’approvazione di questa imposta da parte del Parlamento, che semplicemente si assomma a tutte le altre che già gravano sul mondo del gambling, è stata accolta con diversi dubbi dai principali rappresentanti dell’industria del gioco, a propria volta molto provata dalla situazione venutasi a creare negli ultimi mesi.

Le scommesse sportive hanno naturalmente vissuto di riflesso l’annullamento di tutti i campionati e di tutte le manifestazioni internazionali, al punto che tra marzo ed aprile ’20, hanno visto crollare del 72% le entrate.

L’impatto di questo shock economico, unito alla generale incertezza legata ai tempi ed ai modi in cui avverrà l’effettiva ripresa di tutti gli eventi, ha lasciato più di qualche dubbio sull’opportunità di incidere ulteriormente in termini di pressione fiscale, tanto più considerando che le ricevitorie sono state autorizzate a riaprire solamente il 14 giugno.

Con questa nuova imposta il nostro Paese, almeno sul piano europeo, diventa quello che più tassa l’industria delle scommesse all’interno dei propri confini nazionali, raggiungendo il 24% sulle scommesse online, il 22% sui giochi digitali ed il 20% sulla vendita al dettaglio.

Le Nostre Conclusioni

A questo punto si attende solo la convalida del Senato per vedere questa nuova imposta entrare effettivamente in vigore, dopo di che non rimarrà che capire quale ne sarà l’effetto su di un’industria già provata come quella del gioco d’azzardo.

La speranza è che possa in qualsiasi caso contribuire ad un effettivo rilancio dell’Italia, soprattutto in una situazione inedita come questa nella quale tutti i settori commerciali risultano più che mai collegati l’uno all’altro.

Massimo Tagliaferri
 

Massimo Tagliaferri è nato nel 1986 a Bologna ed ormai da anni vive a Milano, dove si è laureato in ingegneria informatica e lavora come programmatore. E' socio fondatore di MiglioriCasinoOnline.info, per il quale è anche responsabile di tutte le analisi tecniche, della realizzazione informatica del sito ed autore.