Casinò e Cinema: i film più importanti sul gioco d’azzardo

Il gioco d’azzardo è davvero una grandissima passione, ma non è l’unica tra le grandi passioni che accomunano le masse perché anche il cinema per molte persone è qualcosa in più che semplice intrattenimento: cosa succede quindi quando questi due argomenti si incontrano in film che hanno per protagonista tanto per cominciare il gioco d’azzardo stesso? Scopriamolo attraverso qualche esempio eccellente.

Hollywood ed il Gioco d’Azzardo

Che cosa hanno in comune il cinema ed il gioco d’azzardo? Più di una cosa in realtà: sono entrambe forme di intrattenimento, divertimenti molto popolari e per alcune persone sono addirittura imprescindibili, ma non è tutto qui. Quante persone che non sono mai state dento ad un casinò ne conoscono comunque aspetto ed atmosfera? Quante persone che raramente viaggiano oltre oceano possono comunque dire di “essere state” a Las Vegas? Tantissime, milioni, e tutte devono dire grazie al cinema.

Hollywood nei decenni è spesso andata a braccetto con il gioco d’azzardo, casinò o carte che sia, e tante delle sue superstar hanno prestato il loro volto e le loro interpretazioni per impersonare amanti del gioco di qualsiasi natura arrivando a raccontare il gioco davvero nel dettaglio.

Basti pensare a quante persone conoscano il Blackjack grazie a Dustin Hoffman e Tom Cruise in “Rain Man” (tutti sanno che non si possono contare le carte!), o a quante si siano fatte un’idea dell’intricato mondo di Las Vegas scoprendolo attraverso Robert De Niro, Joe Pesci e Sharon Stone in “Casino“, ma la lista è lunga e negli anni ha portato a recitare anche giocatori stessi: un esempio? Pensate a Matt Damon ne “Il Giocatore“, nel quale appaiono nei panni di loro stessi anche campioni di Poker come Erik Seidel e Johnny Chan.

Che dire poi di “Ocean’s Eleven“, nel quale la banda capitanata da George Clooney va all’assato dei più importanti casino della strip? O de “La Stangata“, capolavoro di George Roy Hill nel quale Paul Newman e Robert Redford hanno raccontato il mondo del poker meritandosi in cambio ben sette Premi Oscar?

Il cinema ed il gioco, Hollywood e Vegas: due universi che come vediamo sono legati a doppio filo ormai da parecchio tempo facendo reciprocamente l’uno la fortuna dell’altro raccontandosi agli occhi del mondo.

Ed in Italia?

Certo in generale la quantità di film prodotti in Italia non è paragonabile a quelli Made in U.S.A., ma anche da noi il gioco d’azzardo ha avuto un ruolo nelle pellicole sfornate da Cinecittà e dalle altre realtà cinematografiche nostrane, un esempio su tutti è “Asso“: bellissimo film nel quale Adriano Celentano, accompagnato da Edwige Fenech, recita nei panni di un provetto giocatore di poker arrivando al punto di giocarsi una mano finale con niente meno che Dio stesso.

Oppure “Febbre da Cavallo“, che esce dalle sale da gioco per entrare negli ippodromi, ma che in qualsiasi caso ben descrive la passione per l’azzardo arrivando a punti comici davvero esilaranti quando prende in giro, attraverso divertentissime iperboli, tutte le caratteristiche, le scaramanzie e le manie degli appassionati di corse di cavalli.

E per concludere un esempio sicuramente più lasco ma davvero caro a tutti: quanti possono dire, pur non essendoci mai stati di persona, di conoscere la bellezza del Casinò di Monte Carlo grazie al mitologico “Il secondo tragico Fantozzi“? Siamo sicuri che molti giocatori ancora oggi giochino alla roulette puntando sul ventisette ancora ricordandolo come “il numero dei miei anni” della Sig.na Silvani interpretata dalla grandiosa Anna Mazzamauro.

Le Nostre Conclusioni

Insomma il legame tra cinema e gioco non solo è stretto, ma esiste davvero da lunga data: un’unione che ha appunto diffuso la cultura del gioco riuscendo in qualche modo a raccontare non solo le dinamiche del gioco giocato, ma soprattutto la passione che muove un giocatore quando sta seduto al tavolo verde. Ma tutto sommato che cos’è il cinema se non questo, cioè la capacità di raccontare la passione attraverso le immagini e di far conoscere da vicino mondi che non sempre possono venire scoperti per esperienza diretta?

Ora la vera domanda però è un’altra: quando entrerà nelle pellicole hollywoodiane o italiane anche il gioco online? E’ anche questa una declinazione dell’azzardo che può venire raccontata altrettanto bene attraverso un film? Solo il tempo ci risponderà, ma secondo noi manca poco al suo esordio e quando avverrrà farà rumore.

Massimo Tagliaferri
 

Massimo Tagliaferri è nato nel 1986 a Bologna ed ormai da anni vive a Milano, dove si è laureato in ingegneria informatica e lavora come programmatore. E' socio fondatore di MiglioriCasinoOnline.info, per il quale è anche responsabile di tutte le analisi tecniche, della realizzazione informatica del sito ed autore.