Casino di Monte Carlo: le Roulette saranno (anche) digitali

Tutti conosciamo per fama il Casino di Monte Carlo, uno dei più antichi, affascinanti e simbolici in Europa e nel mondo intero, ed alcuni di noi ne hanno anche bellissime esperienze dirette, ma qualcosa sta cambiando ed si tratta dell’inizio di una rivoluzione importante.

Casino Digitale o Terrestre? Entrambi

Alzi la mano chi non ha mai sentito parlare del Casino di Monte Carlo, una delle più belle ed antiche strutture per il gioco d’azzardo presenti in Europa e nel mondo in generale: siamo sicuri che tutti, tanto gli appassionati di gioco quanto chiunque altro, sappiano dell’esistenza e dell’importanza di questo casinò nato nel 1863, significativo al punto da aver avuto un ruolo sostanziale nell’esistenza stessa del Principato di Monaco.

Data l’importanza di questo casinò, che pur rimane punto di arrivo per tutti i giocatori del mondo, altrettanto importante è la notizia di oggi perché proprio il Casinò di Monte Carlo sta procedendo in quello che siamo sicuri il tempo confermerà essere un primo passo significativo verso la progressiva digitalizzazione delle sale da gioco tradizionali: un punto di arrivo che pensiamo sia in qualche modo scontato e che porterà ad un ulteriore avvicinamento tra il gioco tradizionale e quello digitale.

Ma prima di entrare nel vivo della questione c’è un’ultima premessa importante da fare: questa piccola grande rivoluzione non mira a sostiture le roulette tradizionali, ma ad aumentarne il potenziale affiancando delle roulette digitali capaci di coinvolgere più giocatori aiutandoli anche a superare un comprensibile “timore reverenziale” nei confronti di una sala da gioco tanto importante e significitiva.

Come funzionerà questo grande passo?

Come appena accennato questa novità appena approntata dal Casino di Monte Carlo non mira alla sostituzione dei tavoli tradizionali con quelli digitali, anche perché sarebbe un vero e proprio delitto considerando la bellezza e l’importanza simbolica che si portano dietro, ma appunto ad aumentarne l’efficacia attraverso l’implementazione di un ambiente digitale capace di offrire semplicemente più possibilità agli avventori.

Le roulette del Casino di Monte Carlo (ma non solo quelle ovviamente, il che fa presagire una futura diffusione di questa soluzione anche negli altri casinò) hanno principalmente due limiti: una quantità di posti per forza di cose limitata ed un impatto emotivo capace di intimidire i giocatori meno esperti, i giovani e tutti coloro che si sentono in qualche modo a disagio nel sedersi al fianco di habituè che evidentemente appaiono ben più a contatto con l’ambiente. Il senso di questa novità è proprio risolvere queste problematiche, ed ora vi raccontiamo come.

La soluzione approntata dal Casino di Monte Carlo consiste nella presenza di alcuni pannelli digitali che permettono di seguire e puntare (e di vincere se siamo bravi e fortunati) le giocate dei tavoli fisici tradizionali. Nel particolare sarà possibile effettuare qualsiasi possibile puntata entro € 1,00 di posta, una scelta che serve a dedicare questi pannelli proprio a chi più “timido”.

“Un giocatore che sarebbe intimidito a sedersi a un tavolo da roulette può godersi l’esperienza a pochi metri di distanza, davanti a uno schermo, scommettendo con i biglietti. Impara, osserva. E lo scopo di questa offerta specifica è di portarlo al tavolo un giorno ” queste sono le parole con cui Boris Donskoff, il Direttore del Casinò di Monte Carlo, ha introdotto questa novità attraverso la quale la struttura mira a creare un ambiente più “tranquillo” che permetta ai meno esperti tanto di giocare quanto soprattutto di imparare dalle giocate degli altri appassionati.

Le Nostre Conclusioni

A nostro parere si tratta di una notizia molto importante, tanto per cominciare per il suo principio in sé per sé, che risponde al 100% alla nostra convinzione che il gioco d’azzardo vada in qualche modo insegnato dando ai giocatori la possibilità di imparare sempre più praticando in quello che è l’ambiente di gioco reale e serio.

Ma non è tutto qui, perché come abbiamo detto all’inizio di questo articolo secondo noi si tratta anche di un passo importantissimo sul piano sia pratico che simbolico verso l’avvicinamento delle due metà del mondo del gioco d’azzardo, quello tradizonale e quello digitale, che siamo pronti a scommettere che arriveranno un giorno al punto di convergere quasi del tutto.

Massimo Tagliaferri
 

Massimo Tagliaferri è nato nel 1986 a Bologna ed ormai da anni vive a Milano, dove si è laureato in ingegneria informatica e lavora come programmatore. E' socio fondatore di MiglioriCasinoOnline.info, per il quale è anche responsabile di tutte le analisi tecniche, della realizzazione informatica del sito ed autore.