Film sul Poker: Quando il Gioco Arriva al Cinema

Ascolta questo articolo


Il poker non è soltanto un gioco, ma qualcosa di iconico a cui anche il cinema ha spesso reso omaggio: sono tantissimi i film sul poker texas hold em con protagonisti un casino o un tavolo verde che sia.

Il ruolo del giocatore ha affascinato spesso registi e sceneggiatori, così negli anni si è creato un cast di star che ne hanno vestito i panni: star come Steve McQueen, Matt Damon, Ed Norton, Russell Crowe, Mel Gibson o Ryan Reynolds.

Parlando di cinema italiano è stato il Maestro Pupi Avati a portare il poker al centro della scena, di film di Pupi Avati sul poker ce ne sono infatti due: “Regalo di Natale” e “Rivincita di Natale”, rispettivamente del 1986 e del 2003 e con protagonisti Diego Abatantuono, Alessandro Haber, Carlo delle Piane e Gianni Cavina.

Parlare dei migliori casino online ogni tanto significa anche presentarvi i migliori film sul Texas Hold em ed i migliori film sul poker recenti, perché il cinema ha un effetto forte sulle emozioni proprio come il gioco.

Ero un ragazzino quando ho visto per la prima volta  “La Stangata“, un vero capolavoro con protagonisti Paul Newman, Robert Redford ed il poker stesso: si può escludere che sia stato quello a farmi nascere una passione per i casino, i casino online e tutti i giochi possibili immaginabili?

poker table

I Migliori Film Sul Poker che Ogni Giocatore Deve Guardare

Di film sul poker online non ne esistono molti, ma ogni appassionato dovrebbe comunque dedicare qualche serata a queste storie: per gli amanti del poker in realtà dovrebbe essere obbligatorio conoscerle, anche perché i protagonisti potrebbero dimostrarsi amici, magari permettendoci di sbancare ispirandoci ad una loro grande giocata.

Nelle mie recensioni parlo sempre di gaming e di ogni possibile bonus disponibile, dando tutte le maggiori info riguardo ai portali che analizzo: un lavoro divertente ed appassionante, ma che ogni tanto impone delle pause che mi piace dedicare ai film, spero possa essere lo stesso anche per voi!

A parte gli scherzi, quelli che seguono sono i miei film sul poker preferiti, accompagnati da una breve recensione e da tutte le principali info!

CINCINNATI KID

cincinnati kid movie

Per come la vedo io “Cincinnati Kid” è il primo dei titoli, almeno in ordine cronologico, che più hanno dato lustro all’universo del poker: prodotto negli Stati Uniti nel 1965 e diretto da Norman Jewison (autore anche di “Chicago Chicago” e di “Jesus Christ Superstar”), questo film di poker interpretato da Steve McQueen ed Ann-Margret è una vera e propria perla.

Nel racconto, ambientato negli anni ’30, Eric Stoner è un giovane pokerista che si è guadagnato la fama di migliore di New Orleans facendosi conoscere con il soprannome di Cincinnati Kid, fama che è tenuto a dimostrare quando si ritrova a giocare contro Lancey Howard, il “Re del Poker”, una vecchia gloria ritornata in città.

Questo “face to face” va avanti partita dopo partita a colpi di bluff e di una serie di giocate pesanti: un scontro epico destinato a entrare negli annali del gaming e del cinema soprattutto grazie all’incredibile interpretazione di Steve McQueen.

La pellicola ottenne un buon successo al botteghino, ma più che al cinema il suo successo è dovuto al video, questo sia grazie alla prima televisiva avvenuta nel ’71 che con la pubblicazione della versione home video DVD nel 2005, nella quale è disponibile come contenuto bonus anche un ottimo commento del regista.

Di tutte le recensioni “Cincinnati Kid” non poteva che essere tra le prime.

HIGH ROLLER

high roller movie

Questo film del 2003, che per la precisione si intitola “High Roller: The Stu Ungar Story”, è l’adattamento cinematografico della biografia di Stu Ungar, campione conosciuto come “The Kid” che ha scritto il proprio nome negli annali del poker a cavallo tra gli ‘80 ed i ’90.

Questa pellicola è importante perché parla di un vero campione, ma anche perché nella produzione sono state coinvolte delle grandi glorie, nomi come Vince Van Patten, Andy Glazer o Al Bernstein.

Stu Ungar, interpetato da Michael Imperioli (conosciuto per la partecipazione a “The Soprano”), sta chiuso in una stanza di motel insieme ad uno sconosciuto al quale confida dall’inizio alla fine la propria vita, iniziata con un padre scommettitore e terminata con tre vittorie al Main Event delle World Series of Poker del ‘80,’81 e ’97.

Il film è un tributo al poker stesso e si è aggiudicato l’Audience Choice Award per il Miglior Film al Nashville Film Festival del 2003, una menzione d’onore alle PRISM Awards del 2004 ed un premio per la Migliore Regia al San Diego Film Festival del 2003.

Personalmente non lo considero un capolavoro cinematografico, ma senza dubbio un documento importantissimo che racconta uno spaccato estremamente significativo di questo universo, rendendo in modo fedele la tensione delle gare professionistiche.

Da non perdere l’interpretazione di Pat Morita, l’immortale Maestro Miyagi di “Karate Kid”.

CASINO ROYALE

casino royale movie

Tra i migliori film sul poker troviamo anche “Casino Royal”, pellicola del 2006 firmata da Martin Campbell (già regista di “GoldenEye” nel 1995, il diciassettesimo capitolo della saga di James Bond).

In questo caso si tratta del ventunesimo titolo della saga ideata da Ian Fleming, oltre la primo con Daniel Craig nei panni di 007.

Una coproduzione internazionale rimasta molto impressa nell’immaginario come “film sul poker” perché James Bond deve confrontarsi con il villain Le Chiffre (interpretato da un ottimo Mads Mikkelsen) in un intreccio che si dipana proprio tra una partita e l’altra.

Nel cast spicca anche la meravigliosa Eva Green nei panni di Vesper Lynd, così come il nostro orgoglio nazionale Giancarlo Giannini nel panni di René Mathis, esperto agente dell’MI6 che offre il proprio aiuto a James Bond.

Il film è arrivato ad incassare quasi 600 milioni di dollari (più di 8 milioni solo in Italia) attestandosi come il maggior campione d’incassi della saga, poi rimasto tale fino al 2012 con l’uscita di “Skyfall”.

Tante conferme positive anche dalla critica: “Casino Royal” è considerato come uno dei migliori film della serie di 007, portando IMDB ad inserirlo al 238° posto tra i 250 film più belli di tutti i tempi e Rotten Tomatoes a valutarlo con rating 94%.

IL GIOCATORE – ROUNDERS

rounders movie

Tra le storie più appassionati c’è poi  “Il Giocatore – Rounders”, film di poker del 1998 diretto da John Dahl e con protagonista Matt Damon, accompagnato da grandi star come Edward Norton, John Malkovich e la bravissima Famke Janssen.

La storia è semplice, ma ben articolata: Mike McDermott (Matt Damon), uno studente universitario che usa il poker per pagarsi gli studi, si ritrova nei guai con uno strozzino, il temibile Teddy KGB (John Malkovich), sul quale deve rifarsi anche grazie all’aiuto di un altro pokerista, migliore dei suoi amici Lester Murphy (Ed Norton).

Stando a Wikidata la resa al botteghino era stata piuttosto modesta, si parla di nemmeno 23 milioni di dollari, ma è qui che arriva la parte interessante della storia, perché successivamente con il boom sia del poker la sua versione home video divenne invece un cult.

Interessante tra l’altro che Rounders è stato spesso citato dai professionisti come uno dei motivi per cui si sono appassionati al poker, e mi riferisco a nomi come Brian Rast, Hevad Khan o Dutch Boyd.

Vanessa Rousso, giocatrice professionista da molti anni e finalista nelle Word Series, si è espressa dicendo che “(…) Rounders cattura davvero l’energia e la tensione del gioco, per questo che è il miglior film sul poker mai realizzato”.

Non stupirà quindi che “film sul poker matt damon” si una delle ricerche più effettuate riguardo al tema poker.

MOLLY’S GAME

molly's game movie

Ritornando al genere biografico voglio ora fare una piccola recensione di “Molly’s Game”, film del 2017 diretto da Aaron Sorkin (già sceneggiatore di “Codice d’Onore” e “Nemico Pubblico”) ed interpretato da Jessica Chastain e Kevin Costner che racconta avvenimenti realmente accaduti a Molly Bloom, giovane sciatrice costretta al ritiro in seguito ad un grave infortunio durante la preparazione per le Olimpiadi.

Una volta a Los Angeles la protagonista (interpretata appunto da Jessica Chastain), si ritrova ad organizzare un giro di poker per la L.A. più ricca, attirando al tavolo attori, registi, produttori e business men di ogni categoria.

Quando poi si trasferisce a New York il suo giro si allarga ulteriormente, fino a culminare con il suo arresto da parte dell’FBI, che non solo mette nei guai lei, ma anche i suoi ospiti, un’infinità di nomi celebri del cinema, dello sport e non solo che finiscono al centro di un processo mediatico coperto da tutte le news.

La pellicola ha incassato quasi 60 milioni di dollari nel mondo, un successo al botteghino convincente che viene sostenuto anche dalla critica: ha infatti ottenuto una candidatura per la Miglior Regia agli Oscar del 2018 per Aaron Sorkin e due candidature ai Golden Globe dello stesso anno: quello per la miglior sceneggiatura ad Aaron Sorkin e per la miglior attrice in un film drammatico a Jessica Chastain.

MISSISSIPPI GRIND

mississipi grind movie

Attraverso “Mississipi Grind”, pellicola del 2015 diretta da Anna Boden e Ryan Fleck ed interpretata da Ryan Reynolds, Ben Mendelsohn e Sienna Miller, il poker diventa il contesto per una commedia in cui a spiccare è l’alleanza tra due giocatori molto diversi sia per stile che per storia personale.

Gerry (Ben Mendelsohn) è un pokerista con una seria dipendenza dall’azzardo, mentre Curtis (Ryan Reynolds) è altrettanto addentro alle carte, ma continuando a viverle innanzitutto come una passione: il loro incontro non solo dà luogo a dinamiche coinvolgenti quanto divertenti, ma diventa anche occasione per una collaborazione finalizzata a vincere il più possibile.

Questo film di poker è stato presentato nel contesto live del Sundance Film Festival del 2015 ottenendo subito un ottimo consenso da parte della critica, innanzitutto grazie alla performance degli interpreti, che è stata esaltata anche nel contesto live del Toronto International Film Festival del 2015 e del Melbourne International Film Festival dello stesso anno, consenso poi confermato anche da Rotten Tomatoes, dove Mississipi Grind ha ottenuto un punteggio medio del 91%, quindi molto alto per la piattaforma.

Parliamo senza dubbio di uno dei film sul poker recenti più significativi, magari meno conosciuto dal pubblico di massa, ma decisamente amato dagli appassionati di carte e di gaming d’azzardo.

KID POKER

kid poker movie

Con “Kid Poker” ritorniamo alle biografie, ma in questo caso attraverso un film sul poker che è un documentario a tutti gli effetti prodotto per raccontare le gesta di Daniel Negreanu, una vera e propria leggenda.

Uscita nel 2015 e diretta da Gary Davis e Francine Watson (poi di nuovo insieme anche per “PokerStars Championship” uscito nel 2017), la pellicola vede come protagonista assoluto proprio Daniel Negreanu, che racconta al pubblico le fasi più importanti di una carriera che lo ha visto aggiudicarsi sei braccialetti delle World Series of Poker, due titoli del World Poker Tour nonché le World Series of Poker Asia Pacific del 2013.

La produzione nasce da una collaborazione tra Stati Uniti e Canada ed il documentario è uscito direttamente su Netflix raccogliendo subito un ottimo successo grazie ad un racconto avvincente che permette sin dalle prime battute di comprendere dettagli della vita e della carriera di uno dei più emblematici giocatori moderni, inclusi la sua serie di successi economici dovuti alle vincite e la serie di guai derivati dalla loro dilapidazione.

Si tratta di un prodotto con un budget relativamente basso che non si è confrontato direttamente con il botteghino (questo perché mai è uscito al cinema andando direttamente sulla piattaforma digitale), ma la risposta di critica e pubblico è stata ottima, tanto da così inserirlo a pieno diritto tra i film di poker più importanti in circolazione.

MAVERICK

maverick movie

Tra i film sul poker texas holdem che preferisco c’è Maverick, commedia hollywoodiana d’azione ed avventura in chiave western uscita nel 1994, diretta da Richard Donner (già regista di cult come “Superman”, “I Goonies” e la saga di “Arma Letale”) e con un cast stellare del calibro di Mel Gibson, Jodie Foster ed Alfred Molina.

Bret Maverick (appunto Mel Gibson) si ritrova a correre nel selvaggio west in un’avventura fatta di poker, di bluff, giochi, doppi giochi e tanta ironia, questo per raggiungere il battello su cui si terrà un torneo da mezzo milione di dollari che lui deve cercare di vincere: non è certo il miglior film sul poker texas hold’em per tecniche dei giocatori, ma per livello di avventura e rischio della vita sicuramente sì.

Senza prezzo il cameo di Danny Glover che, insieme a Mel Gibson e sotto la direzione di Richard Donner, è stato protagonista della saga campione d’incassi “Arma Letale”: fa la parte del rapinatore e quando si incrocia con Bret Maverick i due si squadrano a lungo confusi, quasi riconoscendosi, questo con in sottofondo il tema musicale di “Letal Weapon”.

Questa pellicola ha incassato più di 183 milioni di dollari nel mondo, di cui più di 101 milioni solo negli Stati Uniti, un risultato che gli ha permesso di diventare il sesto film western per incassi in Nord America.

ALL IN: THE POKER MOVIE

all in poker movie

Un altro film sul poker importantissimo negli anni 2000 è “All In: The Poker Movie”, che si è guadagnato un grande successo proprio per il realismo con cui riesce a raccontare questo universo di cui normalmente si conosce solo la parte più evidente e superficiale.

Diretta da Douglas Tirola ed interpretato da Karen Abbott, Peter Alson e Nick Brancato, questo documentario si concentra sull’enorme ondata di successo che il poker ha avuto nei 2000, diventando quasi metafora stessa del cosiddetto Grande Sogno Americano.

Grazie alla cura e alla precisione del dettaglio del regista ed al lavoro svolto dagli interpreti questa pellicola propone un’analisi estremamente precisa del mondo agonistico raccontandone anche in background storico per poi concentrarsi sui nomi che più hanno dato lustro al poker dai 2000 in poi: campioni come Chris Moneymaker, Daniel Negreanu (già protagonista di “Kid Poker”), Antonio Esfandiari e tanti altri mostri sacri ancora.

Senza dubbio parliamo di un’opera con un successo inferiore rispetto a cult come “Il Giocatore” o “Maverick”, ma particolarmente apprezzato all’interno della comunità del poker, nella quale è stato individuato sin da subito come una delle testimonianze più precise ed interessanti relative all’universo di questo gioco.

Cercandolo su Rotten Tomatoes si incontra una valutazione non altissima, solo il 45%, ma è un dato poco attendibile quando si confronta con l’importanza che il documentario ha avuto specificamente tra gli “addetti ai lavori”.

CALIFORNIA POKER

california poker movie

Concludo questa panoramica con una breve recensione anche di “California Poker”, film del 1974 diretto da Robert Altman (regista che ho imparato ad amare con capolavori come “M.A.S.H.“) ed interpretato da George Segal ed Elliot Gould (alla seconda collaborazione con Altman proprio successivamente a “M.A.S.H.”).

Anche in questo caso il racconto è semplice, ma ricco di emozioni: i due protagonisti, di cui uno letteralmente inseguito dai creditori per i troppi debiti di gioco accumulati, si incontrano diventando subito amici in nome del poker stesso e decidono di vendere tutto quel che possiedono così da avere fondi sufficienti per cercare di sbancare i casino di Reno, in Nevada.

Il loro progetto sembra andare per il meglio, si ritrovano infatti a vincere più di 80.000 dollari in una sola sera, ma proprio in questo modo scoprono che il vero cuore del poker non è vincere, ma tenere le carte in mano per sentire in diretta live l’adrenalina.

La genesi di questa pellicola è stata caratterizzata da un “face off” tra Altman e la produzione, accusata di non aver investito a sufficienza nella promozione causando un risultato al botteghino non esattamente esaltante (parliamo di 5 milioni di dollari), parzialmente bilanciato dall’ottima risposta invece della critica, che individua in quest’opera di Altman qualcosa in più che un semplice film di poker.

Su Rotten Tomatoes “California Poker” è un film che ha totalizzato l’87% dei consensi, risultato oggettivamente ottimo rispetto agli standard critici della piattaforma.

Dove vedere i Migliori Film sul Poker

Dopo avervi intrattenuto con queste piccole recensioni dei film sul poker a parer mio più importanti voglio ora lasciarvi con qualche altra info altrettanto valida riguardo a dove trovarli online.

Ogni tanto è capitato di trovare addirittura raccolte di film sul poker Netflix ed è quindi questa la prima piattaforma che vi suggerisco di considerare, ma in qualsiasi caso molti di questi titoli possono venire anche trovati su Amazon Prime, su Disney+ così come su HBO o NowTV.

Di solito bastano Netflix ed Amazon Prime per trovare la maggior parte dei titoli presentati, ma appunto le alternative non mancano e vanno considerate come dei comodi “bonus” su cui fare affidamento quando Netflix ed Amazon Prime non hanno nulla disponibile al momento.

Tutto questo aspettando tra le news che diventi disponibile anche una serie sul poker online, un potenziale cult su cui prima o poi Amazon o Netflix metteranno le mani e che io non vedrò l’ora di vedere per poi scriverne una recensione con tutte le info possibili immaginabili.

Luca Liberi
Dettagli sull’autore
Luca Liberi
Gambling Expert
Appassionato di gambling da tempo, Luca ha fatto della sua passione per il gioco d'azzardo la sua carriera. Scrive per il nostro sito da diversi anni, fornendo recensioni oneste e imparziali su una vasta gamma di casinò online. Con la sua importante conoscenza del settore, Luca è in grado di fornire ai nostri lettori informazioni dettagliate e precise sui giochi e i bonus dei casinò, aiutandoli a prendere decisioni informate.
Bonus di Benvenuto [2024]
“Il nostro preferito”
20€ Bonus Gratis alla Registrazione + 100% Fino a 1.000€ sulla prima ricarica + 50 Free Spin
1
“Il miglior bonus”
100% sul primo deposito fino a 600€ + 200 free spin alla convalida del conto
2
“Esperianza ottima”
Bonus sui primi tre depositi del 100% Fino a 1500€ + fino a 250 free spin (50 alla verifica del conto)
3